A.A.A. cercasi lavoro #a tu per tu

 

 

Oggi, su Facebook, sono incappata su uno dei tanti post, di chi chiede che possibilità lavorative si hanno, in un preciso ambito, che non sto a qui a precisare. 

> Quante possibilità ci sono che chi non ce l’ha fatta, ti dica che tu ce la farai?
> Quante possibilità ci sono che chi ce l’ha fatta, dandosi solo una scelta – indicata, peraltro, come valida dall’esterno e presa, poi, per buona senza aver verificato- ti dica che hai delle alternative, per raggiungere il medesimo risultato? 

Ecco.
Farcela e come farcela dipende anche e/o soprattutto dalla persona.

C’è chi afferma che senza un determinato iter non puoi fare nulla. 
Questo non è vero. 
Tuttavia, prendiamo atto di questa affermazione, perché sarà senz’altro vero per qualcuno. 
Ma siamo sicuri che quel qualcuno sia anche tu?

Per un certo tipo di scelte, non ci si dovrebbe basare sulle storie altrui, ma scrivere la propria di storia e scegliere in base alle possibilità -risorse o criticità, interne e/o esterne- che si incontrano strada facendo. 

E’ un bene aprirsi al confronto, ma non è auspicabile basare le proprie scelte sulle narrazioni altrui, che emergono da persone che non sono solo titoli e formazioni, ma anche individui con certe caratteristiche; persone che potrebbero aver fatto scelte giuste e buone per loro e, quindi, ce l’hanno fatta, o potrebbero aver fatto scelte sbagliate e, quindi, stanno qui a dire che, senza quello o quell’altro, non ce la farai mai o non ce la farai comunque.

Ognuno di noi ha un bagaglio diverso: non percorreremo mai le stesse strade allo stesso modo.
Sia almeno questa la tua spinta per provarci!

Chiaramente la formazione seria e continua, la preparazione e le competenze sono importanti e non bisogna improvvisarsi, ma ognuna di queste variabili assume fattezze diverse, da individuo a individuo.

Non permettere a nessuno di dirti che non puoi fare nulla, solo perché non ce l’hanno fatta loro. 
Non permettere a nessuno di dirti che non puoi fare nulla, a meno che tu non prenda quella precisa strada, che è anche la loro.

Cerca solo di capire cosa vuoi fare, verso cosa vuoi direzionarti, guarda a chi ce l’ha fatta e cerca di capire come sia accaduto. 
Inizia a chiederti che tipo di persona e professionista vuoi essere e di cosa vuoi occuparti. 

Traccia la tua strada, perché solo sperimentandoti puoi verificare cosa vale per te e cosa no.
Se andrà male, almeno potrai dire di averci provato e non avrai mollato a priori.

Quindi, raccogli informazioni, confrontati, guardati attorno, ma non farti condizionare da chi ti dice che non ce la farai, perché TU NON SEI COME QUELLA PERSONA.

Francesca



Comments are Closed

error: Il contenuto di questo sito è protetto ! Non può essere copiato né riutilizzato ! / Content is protected !! Do not copy or re-use !