INTEGRAZIONE TEORICA IN PSICOLOGIA

 

Esprime il bisogno -concretizzatosi a titolo di movimento, intorno agli anni ’70- di andare oltre i contributi di una singola scuola e aprirsi, invece, ad altre teorie e tecniche. L’interesse per l’integrazione assunse l’assetto di un vero e proprio orientamento a se stante. 
La teoria, che emerge dalla sintesi concettuale di diversi sistemi teorici, è più della somma dei singoli contributi e ha, quindi, in quanto teoria unificatrice, un potere esplicativo, rappresentativo maggiore.

Modello psicodinamico ciclico: approccio interpersonale+sistemico+apprendimento sociale+comportamentale – Gold & Wachtel 1993
Terapia cognitivo-analitica (CAT): modello delle relazioni oggettuali+cognitivo – Ryle 1990 e Ryle.Low 1993
Modello comportamentale-psicodinamico – Fensterheim 1993
Modello cognitivo-evolutivo: approccio processuale+sistemico+cognitivo – Giudano 1987 e Giudano-Liotti 1983
Modello Active-Self: cognitivo+interpersonale – Andrews 1990
Terapia esperienziale: modello cognitivo+umanistico+Gestalt+CCT – Greenberg-Rice-Elliot 1993
Terapia esperienziale-cognitiva-interpersonale – Safran-Segal 1990
Modello della Metaintegrazione narrativa – Gold 1996

Comments are Closed

error: Il contenuto di questo sito è protetto ! Non può essere copiato né riutilizzato ! / Content is protected !! Do not copy or re-use !