Lo psicologo cura e fa terapia (impossibile non esserne d’accordo)

1

Lo psicologo è un professionista autorizzato dal Ministero della Salute, e quindi anche dallo Stato, a fornire prestazioni sanitarie di “diagnosi, prevenzione, riabilitazione e cura” (Legge 3 gennaio 2018 n.11))

Sono proprio queste attività a definire un professionista sanitario.

E lo psicologo non fa eccezione.

Definizione di professione sanitaria data dal Ministero della Salute

Sono professioni sanitarie riconosciute dallo Stato italiano con abilitazione a svolgere attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione.

Elenco delle professioni sanitarie pubblicato dal Ministero della Salute

Nell’elenco non compare lo psicoterapeuta in quanto in Italia non esiste la professione autonoma di psicoterapeuta.

Lo psicoterapeuta cura e fa terapia sanitaria in quanto psicologo o medico.

Se non fosse psicologo o medico lo psicologo non potrebbe svolgere attività terapeutico-sanitaria.

RICORDA: Lo Stato italiano riconosce allo psicologo un ruolo sanitario a prescindere dal fatto che sia anche psicoterapeuta.

Anzi, si può affermare, con assoluta certezza, che lo psicoterapeuta curi e faccia terapia solo perchè psicologo o medico! Se non fosse psicologo o medico non potrebbe essere considerato un professionista sanitario e quindi non potrebbe svolgere attività sanitaria.

2

Le prestazioni sanitarie dello psicologo sono esenti IVA perchè perseguono finalità terapeutiche.

Vedi circolare 20/E dell’Agenzia delle Entrate, 13 Maggio 2011:

… E’ pertanto possibile ammettere alla detrazione di cui all’articolo 15, comma 1, lett. c, del TUIR, le prestazioni sanitarie rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche senza prescrizione medica.

Tanto è vero che le prestazioni dello psicologo in ambito giuridico o formativo non sono esenti IVA. Lo diventano soltanto se, in ambito clinico, perseguono finalità terapeutiche!

3

Lo psicologo fornisce le sue prestazioni con finalità terapeutiche utilizzando tecniche di vario tipo. Tra queste possiamo ricordare le tecniche espressive, individuali o di gruppo, con fianlità terapeutico-riabilitative indicate nel momenclatore delle prestazioni professionali, nell’area “abilitazione-riabilitazione”, dove si parla anche di terapia ricreazionale, terapia del gioco, terapia vocazionale e occupazionale, ecc.

4

Il concetto di cura/terapia psicologica in riferimento allo psicologo è ribadito in diverse descrizioni date dall’Ordine degli Psicologi nei propri siti ufficiali e nello stesso codice deontogico, all’articolo 27:

Lo psicologo valuta ed eventualmente propone l’interruzione del rapporto terapeutico quando constata che il paziente non trae alcun beneficio dalla cura e non è ragionevolmente prevedibile che ne trarrà dal proseguimento della cura stessa. Se richiesto, fornisce al paziente le informazioni necessarie a ricercare altri e più adatti interventi. [Le parti in neretto sono state evidenziate da me].

5

TERAPIA e CURA sono termini, con derivazioni linguistiche differenti, ma avento lo stesso significato.

TERAPIA è un termine di origine greca; CURA, di origine latina.

In entrambi i casi comunque questi termini vengono utilizzati per indicare qualsiasi attività finalizzata al mantenimento, recupero o potenziamento della salute o, più in generale,  al prendersi cura dello stato di salute di una persona e/o dei suoi bisogni emotivi e affettivi.

Approndimento: definizione e descrizione di TERAPIA data da Wikipedia.

6

I concetti di TERAPIA e di CURA non sono esclusivi delle professioni sanitarie.

Essi indicano qualsiasi trattamento finalizzato al mantenimento, recupero o potenziamento ddella salite.

Diventano terapia/cura sanitaria solo se svolte da un professionista riconosciuto dal Ministero della Salute e che per questa ragione è definito professionista sanitario.

7

I concetti di CURA e TERAPIA, in ambito psicologo non sono termini esclusivi della psicoterapia, sebbene il termine psicoterapia, dal significato apparentemente chiaro ed esplicito, possa far cadere in questo luogo comune.

Le attività di prevenzione, sostegno e abilitazione-riabilitazione in ambito psicologico sono attività di cura/terapia finalizzate al mantenimento/recupero/potenziamento dello stato di salute psicologico.

8

Lo psicologo in ambito clinico sanitario è un terapeuta o un terapista (termini con lo stesso significato ma con origini linguistiche in parte diverse) perchè cura e fa terapia: le attività di sostegno, prevenzione e abilitazione-riabilitazione nella letteratura sanitaria di tutto il mondo sono considerate attivià terapeutiche!

SE CURA E FA TERAPIA ALLORA LO PSICOLOGO E’ UN TERAPEUTA!

O_O  I termini “terapeuta” e “terapista” non descrivono solo lo psicoterapeuta ma tutti coloro che a vario titolo forniscono prestazioni di cura, sanitaria o non sanitaria, ovvero una terapia di qualunque tipo.

!!! !!! Gli psicoterapeuti non possono rivendicare l’uso esclusivo della parola “terapia” nè della locuzione “terapia psicologica” e allo stesso tempo non possono rivendicare l’uso esclusivo della parola terapeuta/terapista, dato che questa parola, per la sua generalità, non indica nessun professionista in particolare.

N.B La psicoterapia nel mondo è una terapia, NON necessariamente sanitaria effettuta da chi ha il titolo o la qualifica di psicoterapeuta.

Ma il fatto che la psicoterapia sia una terapia non significa nel modo piu assoluto che non lo siano anche le attività di sostegno, prevenzione e abilitazione-riabilitazione come ben documentato nel linguaggio clinico sanitario utilizzato in letteratura scientifica.

 

 

 

 

 

Comments are Closed

error: Il contenuto di questo sito è protetto ! Non può essere copiato né riutilizzato ! / Content is protected !! Do not copy or re-use !