“Questo non è amore.” Tratto da una storia vera.

(Tratto da una pagina di diario di qualcuno che mi ha dato in custodia la sua parte bambina. Il contenuto è stato autorizzato.)

_____________

Ero bambina quando ho capito che le persone potevano essere cattive.

Ero piccola quando ho capito che l’amore portava sofferenza.
I baci, gli abbracci li vedevo unicamente in TV.

Ero piccola quando ho visto mio padre picchiare mia mamma.

Ero piccola quando mia madre, carica di lacrime e lividi, mi chiedeva di non farne voce con nessuno.

Ero piccola quando disegnavo la famiglia che avrei voluto piuttosto che quella che avevo.

Ero piccola quando difendevo mia mamma o quando vedevo lei difendere i miei fratelli.

Ero piccola quando imparai a gestire tutto questo da sola, silenziosamente.

Ero piccola quando imparai a sorridere, nascondendo il dolore come si fa con le scarpe sotto al letto.

Crescevo e mi ripetevo: “Questo non è amore. Non prendere esempio da tutto questo perché là fuori non è tutto brutto, non sono tutti cattivi. Impara a fare il contrario di ciò che vedi! Da sola!”
Nessuno che mi avesse suggerito questo punto di vista: ebbi la forza di costruirmelo da me.

Ho sempre fatto tutto da sola, autonomammente. E su questa scia ho costruito me stessa.

Crescendo, però, le difficoltà dell’essere autosufficiente si sono fatte sentire: non sono brava a chiedere aiuto e gli scheletri della mia infanzia, a volte, fanno troppo rumore nell’armadio e li faccio uscire, anche se per poco. Questo piccolo, ma per me grande, passo mi è stato possibile solo iniziando a lavorare su me stessa, con l’aiuto che ho sempre cercato e che alla fine è arrivato.

Crescendo non ho dimenticato, però, quello che sin da piccola mi ripeto è “Questo non è amore…!”

Anonimo.



Comments are Closed

error: Il contenuto di questo sito è protetto ! Non può essere copiato né riutilizzato ! / Content is protected !! Do not copy or re-use !